I Boxilio una famiglia di pittori tortonesi tra ‘400 e ‘500

Sabato 9 febbraio 2019 itinerario nel tortonese

Una data da segnare in agenda sabato 9 febbraio! In Diocesi di Tortona (AL) il Museo Diocesano fa rete con le parrocchie per valorizzare il patrimonio culturale.

In occasione della mostra temporanea “I Boxilio una famiglia di pittori tortonesi tra ‘400 e ‘500” l’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Tortona, grazie alla disponibilità dei parroci ed alla collaborazione con le associazioni di volontariato diocesano, impegnate nella valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici, propone un itinerario sul territorio alla scoperta dei luoghi del sacro.

La bottega dei Boxilio, a conduzione familiare, fu attiva in un’area geografica di cerniera tra Piemonte e Lombardia dalla seconda metà del XV secolo agli inizi del successivo: in questa fiorente bottega operarono due fratelli, Manfredino e Beltramo, e nella stessa si formarono i loro rispettivi figli, Franceschino e Giovanni Quirico.
Il recente restauro della pala di proprietà della Parrocchia di San Martino a Carbonara Scrivia, esposta alla Veneria Reale per il progetto Restituzioni 2018, è stato lo spunto per l’ideazione di una piccola mostra temporanea  presso il Museo Diocesano di Tortona in cui sono presentate, insieme alla tavola di Carbonara, altre due opere di questa bottega, di norma non facilmente visibili, l’una di proprietà della Provincia di Alessandria e l’altra dell’Ospedale Civile di Vigevano.
Aperta fino al 10 marzo 2019, il sabato e la domenica dalle 15,30 alle 18,30, la mostra permette il confronto da vicino di tre polittici particolarmente significativi ed esemplificativi dell’attività di questa famiglia di pittori, ancora legati al gusto gotico e a una cultura tardo medievale, ma che cominciano ad aprirsi alle novità rinascimentali. 

L’esposizione mira alla valorizzazione delle opere dei Boxilio, partendo dal Museo per allargarsi al territorio diocesano e offrire un itinerario che coinvolge i diversi edifici ecclesiastici nei quali essi operarono, da qui la nascita dell’itinerario diocesano dedicato ai Boxilio. Le tappe fuori mostra sono: la pieve di Santa Maria a Novi Ligure, l’abbazia di Santa Maria a Rivalta Scrivia, la Pieve di San Pietro a Volpedo, la Chiesa di Santa Maria a Pontecurone, la Sala Capitolare della Collegiata di San Giovanni a Casei Gerola, la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo ed il Castello di Castelnuovo Scrivia.  

L’itinerario sarà sempre percorribile in maniera individuale, durante gli orari di apertura dei beni coinvolti, inoltre nelle giornate del 9 febbraio e 10 marzo, dalle 15 alle 17, le chiese tappa saranno aperte dai volontari, con possibilità di visite guidate gratuite.

Nelle stesse date il Museo Diocesano proporrà visite guidate incentrate sui Boxilio e sulle altre opere del Museo databili allo stesso periodo, con inizio alle ore 17,30 (prenotazione consigliata entro le ore 12 del venerdì precedente la visita. Visita a pagamento. Posti limitati!). 

Per info e prenotazioni contattare l’Ufficio Beni Culturali dal lunedì al venerdì mattina allo 0131.816609 oppure via mail scrivendo a beniculturali@diocesitortona.it.

Informazioni sull’itinerario e sugli orari di apertura dei Beni Ecclesiastici coinvolti sono presenti sul sito www.cittaecattedrali.it, sezione itinerari, al link: http://www.cittaecattedrali.it/it/itinerari/75

“Ballad of the saints” mostra di Davide Minetti

Dal 15 al 30 settembre a Cassine

Sabato 15 settembre 2018, alle ore 19,30 a Cassine nell’ambito dell’iniziativa “La Valle Bormida si espone” ideata dal Comitato Matrice Fondazione di Partecipazione, presso l’Oratorio di San Bernardino in piazza Vittorio Veneto, nel cuore del centro storico del paese, con un Instant painting and live music aprirà la mostra “Ballad for the saints”, una personale dell’artista alessandrino Davide Minetti, con la curatela di Francesca Petralia e che sarà visitabile sino al 30 settembre, dalle ore 16,00 alle ore 19,00 nei giorni di venerdì, sabato e domenica.

All’Instant painting and live music inaugurale parteciperà il trio di musicisti Jazz costituito da Giorgio Penotti, Stefano Solani e Silvio Barisone.

La mostra Ballad for the saints di Davide Minetti è il terzo appuntamento che vede a Cassine l’arte contemporanea quale mezzo di promozione dei Beni Culturali realizzati grazie alla sinergia creatasi tra Italia Nostra Alessandria ed il Comitato Matrice Fondazione di Partecipazione ed il sostegno della Regione Piemonte e del Comune di Cassine.

Davide Minetti, già coinvolto in passato in alcune iniziative di Italia Nostra Alessandria, è un artista conosciuto come pittore, autore di scenografie ed allestimenti nonché cover per testi letterari ed album musicali; la sua ricerca artistica è ispirata al fumetto, alla cultura espressionista ed al rapporto tra la musica afro-americana e la pittura gestuale, è impegnato in progetti di fusione tra le radici, le origini e la contemporaneità di diverse culture, il critico d’arte Carlo Pesce descrive la sua pittura come un suono jazz senza strumenti.

Molte danze stimate…

La Danza tra Lombardia e Sicilia 

L’opera di Livio Lupi da Caravaggio – Palermo 1600-1607

Ricostruzione storica di danze tratte da un testo di Livio Lupi coreografo originario di Caravaggio (BG) ed attivo a Palermo e Racalmuto (AG) tra il XVI ed il XVII secolo e di autori suoi contemporanei.

A cura di Lucio Paolo Testi
Tortona (AL) – Museo Diocesano
domenica 8 luglio 2018 – ore 18,00
ingresso libero

Apertura Museo ore 16,00 – visita guidata ore 17,00

Info: Museo Diocesano Tortona, Via seminario 7 Tortona (AL) tel.0131816609 – 01311922731
beniculturali@diocesitortona.it

“Quel che è pronto a tornare” mostra di Enrico Tealdi

Cassine (AL), 4 maggio 2018

Alle ore 17:30 presso la Chiesa di San Francesco verrà inaugurata la mostra dell’artista Enrico Tealdi dal titolo “Quel che è pronto a tornare”. Trattasi di un’installazione capace di dar voce alla legalità. La Chiesa duecentesca di Cassine (AL) ha una storia segnata da ritrovamenti. L’ultimo riguarda la pala seicentesca “Natività di San Giovanni Battista”, attribuita al pittore milanese Giuseppe Leva, che era stata rubata in chiesa con altre sette tele nella notte tra il 4 e il 5 agosto del 1997. Grazie al ritrovamento da parte dei carabinieri del Nucleo di Venezia del Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale, è tornata nel 2016 nella sua sede, la Cappella di San Giovanni, nel frattempo restaurata. Mancano però all’appello le altre pale trafugate, la cui mancanza, che genera spazi vuoti, connota la chiesa. “Un vento, impastato di caldo e di nostalgia, sembra aver prima rubato e sospinto, fin nell’interno della chiesa, 5 ombrelloni, che rotolano come fiori abbandonati dolcemente. L’installazione si presenta con un impatto poetico e onirico. Fiori, soffioni, qualcosa di lontano torna a solleticare qualcosa, a suggerire con delicatezza un pensiero”. Queste le parole dell’artista Enrico Tealdi al quale Comitato Matrice, Italia Nostra Sezione di Alessandria e il Comune di Cassine, hanno commissionato, grazie al sostegno della Regione Piemonte, un intervento artistico che è pretesto per una riflessione sul tema della tutela. La mostra, che sarà visitabile dal 4 al 18 maggio 2018, si inserisce nella cornice più ampia della seconda edizione di “La Valle Bormida si espone”, la serie di iniziative espositive sul territorio valbormidese, promossa e coordinata dal Comitato Matrice.
In occasione dell’inaugurazione della mostra, la mattina del 4 maggio alle ore 10:00, la Chiesa di San Francesco
ospiterà il Segretario Generale del Comitato Matrice Otto Bugnano e la Presidente di Italia Nostra sezione di
Alessandria Francesca Petralia insieme al Capitano Ferdinando Angeletti, Comandante della Compagnia Carabinieri
di Acqui Terme (AL) e al Luogotenente Roberto Benedetti del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di
Torino i quali, con Patrizia Di Mambro, Coordinatrice Nazionale di Italia Nostra del Settore Educazione e Formazione, incontreranno gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio intervenendo sul tema Comportamenti illegali: la risposta della cultura.
L’incontro con gli studenti è focalizzato sui temi principali dell’educazione al rispetto della legalità e della tutela dei
beni del patrimonio culturale, che non sono noti al grande pubblico in tutte le loro sfaccettature, in particolare ai giovani. In particolare la professoressa Patrizia Di Mambro Coordinatrice del Settore Educazione e Formazione, attraverso il suo intervento dal titolo “Il Progetto Educativo di Italia Nostra Le Pietre e i Cittadini. Conoscere per riconoscersi”, si farà portavoce di uno dei principi fondanti di Italia Nostra, l’educazione al patrimonio culturale.
D’altronde l’Associazione considera strategica l’educazione e la formazione di giovani e adulti sui temi del paesaggio,
dell’ambiente e dei beni culturali, nella convinzione che solo la conoscenza incentiva la tutela e la valorizzazione.
La giornata del 4 maggio a Cassine sarà dunque ricca di spunti di riflessione.

Mostra di Dürer e visita al villaggio di Crespi d’Adda

MILANO SABATO 17 MARZO 2018

La mostra di Dürer al Palazzo Reale di Milano è la prima, importantissima mostra che la città dedica al celeberrimo artista tedesco, che seppe coniugare la grazia artistica rinascimentale con le moderne ricerche scientifiche e matematiche. Considerato il massimo esponente del Rinascimento tedesco, Dürer fu un artista dal talento precocissimo, il quale, coniugato con una continua curiosità, lo portò a compiere parecchi viaggi in Europa, arricchendo esponenzialmente il suo bagaglio visivo. In particolare un viaggio in Italia lo avvicinò al Rinascimento, alla scoperta dell’arte classica, all’abilità prospettica e alla precisione della rappresentazione anatomica, portando Dürer a spaziare nei più diversi generi della pittura e della grafica. Incisore e trattatista, illustratore e scienziato, pittore e matematico, Dürer è senz’altro uno degli artisti più poliedrici e curiosi del rinascimento europeo.

Il Villaggio Crespi d’Adda, villaggio operaio di fine ‘800, città ideale del lavoro, patrimonio UNESCO. Questo villaggio infatti è il perfetto modello di un complesso architettonico che illustra un periodo significativo della storia, quello della nascita dell’industria moderna in Italia. Il sito si è conservato perfettamente integro, mantenendo pressoché intatto il suo aspetto urbanistico e architettonico. Crespi è il nome della famiglia di industriali cotonieri che decisero di dar vita a questa moderna “città ideale del lavoro”, all’interno della quale c’era anche il loro magnifico castello. Nel villaggio risiedevano solo coloro che lavoravano nell’opificio, e la vita dell’intera comunità ruotava attorno alla fabbrica, ai suoi ritmi e alle sue esigenze. In questa visione di società era il padrone che provvedeva a tutti i bisogni dei dipendenti e delle loro famiglie cui venivano messi a disposizione l’abitazione e tutti i servizi necessari alla vita della comunità: chiesa, scuola, ospedale, dopolavoro, teatro, bagni pubblici, spacci alimentari e di vestiario. Le abitazioni degli operai sono di ispirazione inglese: si tratta di circa cinquanta casette ben allineate a est dell’opificio lungo strade parallele, con decorazioni sempre in cotto, finiture in ferro battuto, mattoni a vista. Ogni edificio è circondato da orti e giardini.

Programma:

ritrovo partecipanti: ad Alessandria (piazza Garibaldi – Intesa San Paolo) alle ore 7,00;

a Novi Ligure (piazza Isola – Bar Lasagna) alle ore 07,30;

trasferimento a Crespi d’Adda, soste lungo il percorso visita guidata;

trasferimento a Milano, pranzo libero e visita guidata alla mostra ;

rientro in serata

Quota di partecipazione: € 55,00 

La quota di partecipazione comprende : Pullman  GT a/r; visita guidata al Villaggio di Crespi d’Adda e alla Mostra; biglietto d’ingresso e auricolari obbligatori in mostra; accompagnatore dell’agenzia

La quota di partecipazione non comprende : tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

organizzazione tecnica ALTURIST Alessandria

info: e-mail alessandria@italianostra.org, tel.0131 030195

7° Corso Arte e Architettura

ALLA SCOPERTA DELL’ALESSANDRINO

INTORNO AL NOVECENTO

Ha preso il via martedì 11 novembre 2014 con la prolusione inaugurale dello storico locale Roberto Livraghi e alla presenza del Presidente Onorario Enzio Notti, la settima edizione del Corso d’Arte della sezione di Alessandria. Il corso – di carattere divulgativo e coordinato dalla Presidente di sezione Francesca Petralia – ha per questa edizione il titolo “ALLA SCOPERTA DELL’ALESSANDRINO. INTORNO AL NOVECENTO” e si articola in 47 appuntamenti – 41 lezioni indoor e 6 lezioni sul campo in forma di visite guidate – coinvolgendo 47 esperti a vario titolo in qualità di docenti. Due le lezioni settimanali, in giorni feriali e orario pre-serale.

Il corso aperto all’intera cittadinanza – si incentra su argomenti di storia e storia dell’arte del territorio alessandrino nel Novecento, con incursioni nell’Ottocento e argomenti di tutela del territorio e dei beni culturali. Non mancano inoltre interventi concernenti la cinematografia, la fotografia, la letteratura e la psicologia. Tutte le lezioni sono tenute dai più riconosciuti esperti dei vari argomenti trattati che, a titolo puramente gratuito e volontario, offrono la loro competenza per la buona riuscita dell’iniziativa.

Il corso, in particolare, intende approfondire vari aspetti e personaggi – anche poco o per nulla noti oppure dimenticati – della storia e della storia culturale del territorio alessandrino, nella consapevolezza che la conoscenza diffusa, trasmessa da esperti competenti e appassionati, costituisca la base per una tutela e valorizzazione efficaci.

Tra i docenti, il corso si onorerà di ospitare anche il Presidente Nazionale Avv. Marco Parini, che martedì 17 febbraio p.v. terrà un intervento sulle tematiche della tutela.

6° Corso Arte e Architettura

ALLA SCOPERTA DELL’ALESSANDRINO

ARCHITETTURA, ARCHEOLOGIA E ARTI FIGURATIVE 

Si terrà giovedì 7 novembre alle ore 17.30 presso la Sala Giovani del Teatro Parvum di Alessandria, in via Mazzini 85, l’inaugurazione della sesta edizione del Corso d’Arte della Sezione alessandrina di “Italia Nostra”.

Il Corso, intitolato Alla scoperta dell’alessandrino – Architettura, Archeologia e Arti Figurative, consiste in una serie di lezioni tenute dai più prestigiosi esperti locali in architettura, archeologia, arti figurative e altre materie come la storia, la musica, l’urbanistica, la fotografia, la letteratura e la psicologia.

Scopo dell’iniziativa è offrire alla cittadinanza (l’iscrizione è aperta a tutti) la possibilità di implementare la propria conoscenza del patrimonio culturale locale, nella convinzione che tale conoscenza sia il presupposto per una tutela e valorizzazione efficaci.

Presenzieranno all’inaugurazione il Presidente Onorario di Italia Nostra Alessandria Enzio Notti, il Presidente di Italia Nostra Alessandria Paola Barisone e la Responsabile del Corso Francesca Petralia.

Durante la presentazione del Corso l’Architetto Professor Sergio Boidi, professore di ruolo di Composizione Architettonica e Urbana al Politecnico di Milano e di Caratteri della città europea alla University of Southern California di Los Angeles (USA), terrà la Prolusione “Definizione di Architettura”, incentrata su uno dei filoni principali sui quali si muoverà il Corso, la storia dell’Architettura nel territorio alessandrino, considerata in alcuni momenti chiave e attraverso le figure di alcuni tra i suoi più grandi protagonisti.

Le lezioni saranno tenute dai docenti: Alberto Ballerino, Paola Barisone, Roberta Bastita, Mauro Berta, Sergio Boidi, Emiliano Busselli, Mariateresa Cairo, Gianfranco Calorio, Alberto Carlevaris, Romeo Cavanna, Gianni Cellè, Emilia Cotichini Bastita, Annalisa Dameri, Michele Dellaria, Sara Favargiotti, Gian Luigi Ferraris, Maria Vittoria Giacomini, Alessandra Guenna, Roberto Livraghi, Renato Luparia, Roberto Maestri, Irena Mantello, Massimo Marasini, Carla Moruzzi Bolloli, Piergiogio Panelli, Gian Maria Panizza, Giuseppe Pasero, Antonella Perin, Aldo Perosino, Rino Tacchella, Luigi Visconti, Luciano Vogogna.

Il Corso si svolgerà dal 7 novembre 2013 al 5 maggio 2014 con cadenza bisettimanale (lunedì e giovedì dalle 17.30 alle 19.00).

Per info ed iscrizioni: Tel. 0131 1926373 – ore 9.30-12.30, 15.30-19.00.

Il Panorama Garibaldi della Brown University

Nell’anno in corso cadono due anniversari che fanno parte integrante della storia del nostro Paese: il centocinquantunesimo dell’Unità d’Italia ed il centotrentesimo della morte di Giuseppe Garibaldi, uno dei suoi più importanti Protagonisti. Per l’occasione, il 12 ottobre alle ore 16,30, presso il Palazzo del Monferrato in via San Lorenzo n.21 Alessandria, verrà illustrato il “Panorama Garibaldi” oggi conservato presso la Brown University di Providence, nel Rhode Island (USA), recentemente digitalizzato con il contributo di vari enti nazionali e internazionali. Si tratta di un rotolo cartaceo (84 metri di lunghezza per 1,50 di altezza) dipinto ad acquarello intorno al 1860, che illustra diversi episodi della vita e delle avventure di Giuseppe Garibaldi e costituisce per molti versi un esempio di comunicazione di massa nell’Europa dell’Ottocento.

Italia Nostra Alessandria 

Società del Palazzo del Monferrato

4° Corso Arte e Architettura

Arte: mille modi per leggerla

Sono già aperte le iscrizioni per partecipare al Corso “Arte: mille modi per leggerla” che, su iniziativa della sezione locale di Italia Nostra, partirà il prossimo 16 gennaio. La sezione, stimolata dalla collaborazione a titolo volontario di alcuni giovani artisti ed esperti d’arte, si impegna, da ormai alcuni anni, nell’organizzazione di un corso che, ad ogni successiva edizione, assume forme e connotati diversi.

L’edizione 2012 si configura come un ciclo di incontri volto a indagare il fenomeno “Arte” in diversi aspetti, considerati attraverso la passione e la competenza di diversi esperti presenti sul territorio alessandrino, nella convinzione che nulla come un mix di passione e competenza possa trasmettere stimoli e conoscenza in maniera dilettevole, permettendo tanto un primo avvicinamento al mondo dell’arte quanto un approfondimento al riguardo. Sarà la sala giovani del Teatro Parvum di Alessandria la sede del Corso: primo appuntamento lunedì 16 gennaio alle 17,30 con la presentazione a cura del presidente onorario Enzio Notti, della presidente Paola Barisone e della coordinatrice Francesca Petralia.

Le lezioni, si terranno ogni lunedì dalle 17,30 alle 19,30 fino al 28 maggio.

L’adesione è aperta a tutti previa iscrizione di € 40.

Le lezioni saranno tenute dai professori Mario Annone, Emilia Cotichini Bastita, Carla Moruzzi Bolloli e Carlo Pesce, dai dottori Paola Barisone, Roberta Bastita, Maria Teresa Cairo, Gian Maria Panizza e Giuseppe Pasero, dai maestri Piergiorgio Panelli e Rino Cavallaro, Renato Luparia, da monsignor Massimo Marasini e dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale.

L’obesità

Quarta conferenza sull’educazione alimentare

Italia Nostra sezione di Alessandria, in collaborazione con l’ASL di Alessandria, organizza un ciclo di conferenze per sensibilizzare i cittadini sull’importanza di una corretta ed equilibrata alimentazione al fine di prevenire le malattie e migliorare la qualità della vita.