Italia Nostra Alessandria organizza gita a Monticello d’Alba 21 novembre 2020

Una tappa sulla Strada dei FRESCANTI

Il Castello di Monticello d’Alba e la città del tartufo

Il castello di Monticello d’Alba, che sorge in posizione scenografica, nelle terre del Roero è una delle costruzioni medievali più rappresentative del Piemonte, sia come modello architettonico, sia per il perfetto stato di mantenimento.

La facciata è delimitata da due torri, un torrione rotondo all’angolo destro e una torre quadrata. Costruito in mattoni a vista (5 milioni di pezzi) consiste di un piano terreno e di due sopraelevati con la parte superiore coronata da merli ghibellini a protezione del passo di ronda, che corre lungo tutto il perimetro del castello. Dopo aver percorso il giardino all’italiana dall’originale geometria a forma di chiocciola intorno all’edificio, disegnato dall’architetto della corte Sabauda, Kurten, si accede al piano terreno dallo scalone di pietra. Nella sala d’armi si trovano antiche armature medioevali e una preziosa raccolta di armi di tutti i tempi. Una breve tappa nei sotterranei, ambienti di servizio utilizzati talvolta come cantine, talaltra come prigioni. Passando dinnanzi alla Cappella gentilizia, si accede poi, dalla doppia rampa di scale della torre rotonda, alla maestosa galleria con i ritratti degli antenati. Nella sala del biliardo si trova lo storico archivio della famiglia. Alle pareti si notano due arazzi su seta, che appartennero ai condottieri crociati del Casato Rotario.
Finemente arredato è il salottino attiguo, di gusto tipicamente barocco. Il cortile interno è particolarmente interessante per essere rimasto intatto nella sua struttura originaria del 1300, con finestre ad arco, galleria ad archi e torre ottagona.

Al termine della visita del maniero, breve trasferimento nella vicina Santa Vittoria d’Alba (km 5 circa). Visita dell’oratorio della Confraternita di San Francesco d’Assisi, con i preziosi affreschi della passione di Cristo, fra narrazione popolare e tradizione sacra, in un racconto particolarmente emozionante lungo trenta metri.

Diciannove scene di rara bellezza risalenti al Trecento !

E’ uno dei magici luoghi che compongono “il sentiero dei FRESCANTI”, percorsi che attraversano il territorio del Roero e abbracciano oltre sette secoli di arte e storia, svelando una serie di affascinanti e preziosi affreschi dipinti tra il X ed il XVIII secolo.

Tempo libero ad Alba per concludere la giornata, con rientro ad Alessandria in serata.

PROGRAMMA

ore 14,00 ritrovo a Alessandria in Piazza Garibaldi (lato Intesa San Paolo) pullman disponibile dalle ore 13,40

trasferimento a Monticello d’Alba (km 70 circa) visita guidata – rientro in serata

Quota di partecipazione: €.50,00

La quota comprende: Pullman GT a/r; visita guidata come da programma, ingresso al castello di Monticello d’Alba; accompagnatore dell’agenzia;

La quota non comprende: tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”;

direzione tecnica Agenzia Alturist

Info: e-mail alessandria@italianostra.org .cell. 328 7175254 – 335 6559259

Sabato 19 luglio 2020. Iniziative finalizzate alla manutenzione dell’arco di via Dante-piazza Matteotti.

Tony Frisina

Sabato 18 Luglio 2020 dalle ore 10:00, nell’ambito delle iniziative finalizzate al restauro dell’arco, la sezione alessandrina di Italia Nostra installa un gazebo in fondo a via Dante, in prossimità dell’arco. La popolazione, i simpatizzanti e gli iscritti sono invitati a partecipare alla iniziativa di sensibilizzazione della opinione pubblica e delle istituzioni.

Eccovi di seguito il comunicato stampa diffuso dalla Sezione di Alessandria di Italia Nostra.

Siete invitati a partecipare, a scaricare il “comunicato stampa” come promemoria ed a diffonderlo in modo da contribuire al successo della iniziativa!

La segreteria

12° Corso Arte e Architettura

Alle origini del Presente. La formazione della società contemporanea nella Storia, nell’Arte e nell’Architettura degli ultimi 70 anni”

Martedì 12 novembre 2019 alle ore 17,00 presso il Salone d’Onore dell’Ala del Principe di Palazzo Guasco, via Guasco 47 di Alessandria con la prolusione del Prof. Arch. Sergio Boidi intitolata “Leonardo Architetto” inizierà il 12° Corso d’Arte e Architettura  “Alle origini del Presente. La formazione della società contemporanea nella Storia, nell’Arte e nell’Architettura degli ultimi 70 anni”, organizzato da Italia Nostra Alessandria in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Alessandria, il Patrocinio della Provincia di Alessandria e del Comune di Alessandria, nonché il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Il corso ha per oggetto le trasformazioni architettoniche, urbanistiche e paesaggistiche nonché le espressioni artistiche e culturali che hanno influenzato la formazione della società contemporanea dal dopo guerra ad oggi in Piemonte e in particolare nell’Alessandrino.

Il corso, programmato dal 12 novembre 2019 al 31 marzo 2020, al momento è articolato in tredici incontri, ma si prevede un incremento del numero delle lezioni in attesa della conferma di alcuni relatori che andranno ad affiancarsi a quelli che hanno già fornito la loro disponibilità a titolo volontario e gratuito, a cui va il più sentito ringraziamento dell’organizzazione e che sono Alberto Ballerino, Tiziano Bo, Sergio Boidi, Maria Luisa Caffarelli, Luciano Camera, Simona Cane, Fabio Fracchia, Sara Favargiotti, Stefano Fenoglio, Marcello Ferralasco, Francesca Lupo, Mario Mantelli, Rino Tacchella e Adriano Vanara.

Come per le passate edizioni il corso è aperto alla cittadinanza, l’iscrizione è libera con contributo alle spese organizzative, è articolato su incontri settimanali nel giorno di martedì dalle ore 16,30 alle ore 18,30 presso la sede dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Alessandria, via Guasco 47 di Alessandria. Al termine del corso verrà rilasciato, per la frequenza di un congruo numero di incontri, l’attestato di frequenza e il materiale didattico relativo alle lezioni; l’Ordine degli Architetti provvederà autonomamente al riconoscimento dei crediti formativi agli iscritti che parteciperanno agli incontri.

Iscrizioni in occasione degli incontri o presso la sede di Italia Nostra Alessandria, via Mazzini 85/c previo contatto telefonico 335 6559259, 0131 030195 .

Direttore del corso: Francesca Petralia – per informazioni telefonare al 3287175254

Email: alessandria@italianostra.org

Dona il tuo 5×1000 a Italia Nostra

Donare il 5×1000 a ITALIA NOSTRA è semplice, gratuito e molto utile!

Nella dichiarazione dei redditi c’è un’apposita sezione per il 5xmille, cerca lo spazio dedicato al sostegno al volontariato e lì metti la tua firma e indica il codice fiscale di Italia Nostra 80078410588 

“FRODI ALIMENTARI: COME DIFENDERCI”

Il giorno 23 Luglio 2019 presso il Teatro Parvum di Alessandria, la sezione di Alessandria di Italia Nostra ha organizzato una conferenza, presieduta da Francesca Petralia, sul tema “FRODI ALIMENTARI: COME DIFENDERCI” riscuotendo un grande interesse da parte dei Cittadini.

Il tema “Frodi Alimentari”, protagonista dell’incontro, è risultato essere ampio e complesso. Tuttavia, il dottor Meriggi ha saputo trattare la materia in maniera chiara e comprensibile per il pubblico.

La relazione del dottor Meriggi ha toccato non soltanto tematiche di taglio scientifico, come i “metodi analitici ed empirici per determinare le frodi” ma ha tenuto conto anche dell’aspetto giuridico facendo riferimento alle Leggi Nazionali e Comunitarie che regolano e disciplinano la problematica, le quali cercano di fornire un indirizzo o meglio una strategia di difesa per il Consumatore.

Al termine della conferenza Enzio Notti, in base alle istanze emerse dal dibattito, ha proposto la costituzione di un gruppo di attività per coinvolgere i Cittadini e le Istituzioni nella lotta alle varie frodi alimentari.

I percorsi del “nostro” Romanico

Sabato 8 giugno 2019

  •   Casale Monferrato – Chiesa di Sant’Evasio

Si tratta del più antico monumento della cittadina piemontese ed è considerata anche una delle più importanti cattedrali in stile romanico-lombardo di tutta la regione.

  •   Montiglio Monferrato – Pieve di San Lorenzo

Architettura romanica di notevole interesse, sorge isolata accanto al cimitero del paese, nel luogo in cui un antico borgo si concentrava attorno alla sua chiesa.  Visita guidata e trasferimento

  •   Montechiaro d’Asti – Chiesa di San Nazario e San Celso

Rappresenta uno dei monumenti più significativi del romanico astigiano risalente all’undicesimo-dodicesimo secolo. Fu costruita in pietra are­naria e mattoni, l’alternarsi vivace dei colori, i disegni geometrici a fasce, a scacchi, a triangoli composti con estrema precisione, fanno di questo edificio veramente un “uni­cum” soprattutto dopo i recentissimi restauri.  Nel restauro interno, sono stati restaurati e tinteggiati a calce gli intonaci, è stato rimesso in luce il pavimento settecentesco.

*   Cortazzone – Chiesa di San Secondo

Esempio di architettura romanica risalente all’inizio del XII secolo, notevoli le decorazioni scultoree.

Trasferimento all’Abbazia di Vezzolano. PRANZO AL SACCO

  •  Albugnano – Abbazia di Vezzolano

Risalente al 1095, posta tra le diocesi di Vercelli, Asti, Torino ed Ivrea, vicina ai potenti comuni di Asti e Chieri, la Canonica di Vezzolano testimonia con le sue importanti opere d’arte medioevale un lungo periodo di splendore tra i secoli XII e XIII.  Nel chiostro, uno dei meglio conservati del Piemonte, si trovano capitelli scolpiti e un importante ciclo di affreschi trecentesco, con la notevole rappresentazione del Contrasto dei tre vivi e dei tre morti.

Programma

Ritrovo dei partecipanti (orario in via di definizione)

Alessandria in Piazza Garibaldi

Trasferimento a Casale Monferrato e successive tappe. guida per l’intero percorso. Pranzo al sacco presso l’Abazzia di Vezzolano. Rientro in serata.

Quota di partecipazione: € 35,00.

La quota comprende: pullman GT, guida per l’intero percorso e accompagnatore dell’agenzia;

Info: e-mail alessandria@italianostra.org